Quarta campagna di scavi archeologici Li Schiavoni – Nardò 2 settembre – 27 settembre 2019

Le indagini, condotte sotto la direzione scientifica della Prof.ssa Giovanna Cera (Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento) e in virtù della concessione di scavo rilasciata dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto (funzionario responsabile Dott.ssa Serena Strafella), sono finanziate dal Comune di Nardò e dall’Università del Salento.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Frida Hojrup ha detto:

    Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l’informativa estesa . L’abitato fortificato di eta messapica e la necropoli frutto della campagna di scavi in localita Li Schiavoni (nel territorio di Nardo) al centro di un articolo dell’ultimo numero di Archeo, prestigioso mensile diretto da Andreas M. Steiner che dedica servizi editoriali, approfondimenti e notizie in ambito archeologico che vengono vagliati da un comitato scientifico internazionale. L’articolo, Una sentinella nel Tavoliere, e firmato da Giampiero Galasso e racconta delle importanti scoperte della campagna di scavi che e stata condotta sotto la direzione scientifica di Giovanna Cera (Universita del Salento) e in concessione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto, che e stata finanziata in parte dal Comune di Nardo e che ha visto la partecipazione degli studenti del Dipartimento di Beni Culturali dell’ateneo salentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *